Estrattore di succhi o centrifuga: quale scegliere?

,

Meglio comprare un estrattore di succo a freddo o una centrifuga? Se pensiamo al prezzo la scelta ricade sulla centrifuga. Se ragioniamo sui benefici per la salute e sulla funzionalità la bilancia pende nettamente per l’estrattore di succhi.

Se state pensando di iniziare a farvi i succhi di frutta in casa starete sicuramente già valutando se optare per una centrifuga o per un estrattore di succhi a freddo. Bene, se state pensando di comprare una centrifuga, aggiungete qualche centinaio di euro in più e investite in un estrattore di succhi.
Per comprendere le ragioni di tale scelta analizziamo il funzionamento dei due elettrodomestici.

La centrifuga produce il succo grazie ad una lama che girando ad elevatissime velocità tritura la frutta e la verdura. Grazie alla forza centrifuga questa viene spinta verso un filtro a fori molto piccoli che trattiene gli scarti e lascia passare il succo.
All’opposto l’estrattore di succhi a freddo ha una una vite senza fine (coclea) che spreme lentamente il materiale vegetale ricavandone il succo ed eliminando la parte fibrosa.

Qualità del succo
Il diverso funzionamento dei due utensili determina la diversa qualità del succo estratto. Una centrifuga opera infatti ad una velocità di rotazione tra i 6.000 e i 18.000 giri al minuto; l’estrattore di succhi è in grado di funzionare a meno di 100 giri al minuto. Un’estrazione più “delicata” permette alla macchina di incamerare meno aria e mantenere bassa la temperatura del materiale da estrarre (da cui estrazione “a freddo)”. In questo modo il succo non subirà il processo di ossidazione causato dall’eccessiva presenza di ossigeno e di alterazione dovuto all’alta temperatura. Il prodotto manterrà di conseguenza interamente le vitamine e le sostanze nutritive nobili di frutta e verdura.
Inoltre con l’estrattore di succhi si ottengono meno scarti rispetto alla centrifuga. I pochi residui prodotti saranno inoltre molto secchi perché la pressatura operata dalla coclea sarà più completa rispetto a quella ottenibile dall’azione di centrifugazione. L’estrattore è in grado di ricavare infatti fino al 20% di succo in più rispetto alla centrifuga.

Funzionalità
Anche in termini di funzionalità il podio va all’estrattore di succhi. A differenza della centrifuga, quest’ultimo permette di ottenere anche diversi tipi di latte: di soia, di riso e di mandorla.
Alcuni modelli come quelli della Kuvings consentono di ottenere golosissimi smoothies e gelati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *